camper cinema

La passione per il cinema e per i furgoncini vintage si unisce fino a questa sera a Bari. Sì, perché se vi capiterà di passeggiare  sul lungomare Nazario Sauro, altezza molo San Nicola, la sorpresa è assicurata. Già da ieri. Dopo le venti, infatti, troverete una sala proiezioni speciale il cui schermo è proprio quello di un furgone Volkswagen del 1969. Il progetto fa parte di una rassegna dal titolo: “Ciak si gira piccolo cinema itinerante”.

L’idea è di due giovani che hanno trovato di certo una soluzione originale e apprezzabile, per lanciare l’iniziativa. Del resto, nel tempo, hanno accumulato molte esperienze anche importanti, dentro e fuori i confini nazionali. Due pubblicitari, comunque, che non si sono lasciati vincere nemmeno dalla velocità del furgoncino vintage, che è ovviamente piuttosto limitata. Raggiunge, infatti, gli 80 all’ora ma non sarà questo ciò che li fermerà dal portare l’idea in lungo e in largo per l’Italia. Ogni regione conoscerà il vero spirito della Puglia, attraverso una serie di cortometraggi ad hoc.

Intanto, hanno già in programma di raggiungere sette città, proporre cinque cortometraggi e consumare più di 1500 chilometri. Il loro impegno è stato premiato dal bando Principi Attivi della Regione Puglia con la partnership di Apulia Film Commission, Puglia Promozione e la rivista Subvertising specializzata in transmedia. Tramite i social, Facebook e Twitter si possono seguire le avventure del furgoncino. Il sito di riferimento, invece, è www.cinemaitinerante.it.

Nel furgone restaurato si trova una mini sala cinema e nella piccola saletta ci sono pure le poltrone in legno. I cortometraggi al momento proposti sono: Binari di Alessio Giannone; Il bando di Gianluca Sportelli; Lutto di civiltà di Pierluigi Ferrandini; Mimmo, Mimino e Mimì, ossia Domenico Modugno di Antonella Sibilia e Michele Roppo; Poppitu di Roberto De Feo e Vito Palumbo.

Photo Credit: Facebook