Non ci sono più dubbi e la notizia ci rallegra: per la prima volta la bicicletta diventa il mezzo preferito degli italiani. Persino l’auto rimane in coda e non c’è nessuno sbaglio, dopo la conferma delle vendite degli ultimi tempi. In qualche modo sembra che il nostro Paese sia tornato indietro nel tempo di mezzo secolo, quando le due ruote, per forza di cose, venivano preferite alle costose vetture. Meglio così però, perché ne guadagna l’ambiente e di conseguenza noi e poi è sempre una buona alternativa alla costosa palestra. Pedalare, insomma, è un buon esercizio fisico.

Il motivo di tale tendenza, non è dovuto solo alla crisi economica come si pensa, anche se questo fattore, ovviamente, ha un peso fondamentale. Dobbiamo pure dire che a livello di industria. quella nostrana per la produzione delle bici, non si trova ai primi posti e, anzi la vendita sul mercato si è in poco più di dieci anni addirittura dimezzata.

Cresce, però, la voglia di vivere in città meno inquinate e chi non può allontanarsi per andare a vivere magari in campagna, allora sceglie di “de-motorizzarsi” e alle quattro ruote preferisce le due. Un dato più che positivo anche a fronte del fatto che sono diminuite le immatricolazioni di scooter e motorini. Quali sono le bici che gli italiani preferiscono? Nel 2012 il primo posto è stato conquistato dalle trekking o city bike (32%), a seguire le mountain bike (30%), le bici da bambino (18%), da corsa (7%), le classiche (10%) e le bici elettriche (3%). Queste ultime hanno un motore elettrico che rende molto più leggera la pedalata. Un fenomeno questo in espansione anche nelle grandi città che si trovano spesso impreparate, soprattutto in merito alle piste ciclabili. Non tutta Italia ne è ben fornita e se la situazione è sicuramente migliore al nord, non si può dire lo stesso del centro sud, seppure con qualche felice eccezione.